117 ville abusive – maxi sequestro

A Riano, piccolo comune tra la via Flaminia e la via Tiberina alle porte di Roma, in una delle più vaste operazioni contro l’abusivismo condotte negli ultimi anni dal corpo forestale dello Stato, è stato posto sotto sequestro un intero rione: 117 edifici sorti dal nulla grazie ad una serie di lottizzazioni abusive su un terreno di oltre 130 ettari destinato a verde agricolo. Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Tivoli, 193 le persone iscritte nel registro degli indagati per il reato di lottizzazione abusiva, tra cui i titolari delle concessioni, costruttori, direttori dei lavori ed alcuni funzionari dell’ufficio tecnico del comune di Riano.
In pratica un vero e proprio paese ma tutto abusivo quello che è stato sequestrato questa mattina dagli uomini del comando provinciale di Roma del corpo forestale dello Stato in un’operazione che ha impegnato 250 uomini e 90 mezzi su mandato della procura di Tivoli, 117 ville alcune con piscina costruite su 16 lottizzazioni, per una superficie pari a 131 ettari, sorte abusivamente dal nulla in quella che era classificata come zona agricola, stravolgendo l’intero paesaggio.
L’area avrebbe consentito solo l’edificazione di piccoli manufatti legati all’attività di coltivazione ed allevamento con la possibilità sottoposta però a strettissimi vincoli della realizzazione di borghi agricoli, in realtà, dal 2004 in poi, oltre ai 117 edifici a destinazione residenziale sono state costruite recinzioni, strade, e realizzati altri interventi di urbanizzazione. Gli immobili, in gran parte già abitati, nulla hanno a che fare con lo sfruttamento agricolo dei terreni.

www.quinews.it/2009/01/06/aiuto-appello-degli-abitanti-delle-117-ville-abusive-di-riano/

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *