“Io sono Li” vince Premio Lux

Andrea Segre con il suo film “Io sono Li” (Shun Li and the Poet) vince il Premio Lux del Parlamento Europeo assegnato annualmente alle pellicole di produzione continentale dedicate a tematiche sociali. “Dedico questo premio a tutte le madri migranti che cercano di dare un futuro migliore ai propri figli, viaggiando illegalmente” è quanto afferma il regista che riceve le congratulazioni del presidente del Parlamento Schulz e dell’Aula in piedi.

Il film una produzione italo francese parla della amicizia tra una giovane donna cinese immigrata Shun Li che lavora a Chioggia come barista in un’osteria e Bepi, un pescatore di origini slave, soprannominato dagli amici “il Poeta”.
Il loro incontro è una fuga poetica dalla solitudine, un dialogo silenzioso tra culture diverse, ma non più lontane, una amicizia la loro che turba le due comunità, quella cinese e quella chioggiotta.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *