Wikileaks sotto attacco informatico

Wikileaks, da Twitter, ha detto di essere il bersaglio di un attacco informatico e non avrebbe impedito la pubblicazione dei documenti sensibili dai diversi quotidiani statunitensi.
“Stiamo subendo un attacco massiccio che impedisce il servizio”.

 “I giornali El Pais, Le Monde, Der Spiegel, The Guardian e New York Times pubblicheranno stasera numerosi telegrammi di ambasciate americane, anche se Wikileaks è giù “, annuncia un altro messaggio da questa fonte.
Wikileaks si apprestava a pubblicare decine di migliaia di documenti segreti su Stati Uniti “tutte le principali questioni”, ha detto il leader Julian Assange, in una videoconferenza stampa con i giornalisti in Giordania.
Assange ha aggiunto: “Questi 250.000 documenti segreti provengono da ambasciate Usa di tutto il mondo, e abbiamo già visto che la scorsa settimana, gli Stati Uniti hanno reagito cercando di attenuare gli effetti che ciò potrebbe avere”.
Le autorità statunitensi hanno messo in guardia più di una dozzina di paesi, tra cui alleati strategici come l’Australia, la Gran Bretagna, Canada, Israele e Turchia.
A Londra, un giornalista di The Guardian ha confermato che il giornale avrebbe pubblicato nella sua edizione di Lunedì documenti che “danno un’idea onesta della visione americana dei leader mondiali”.

Secondo i media turchi, i documenti contengono relazioni che suggeriscono che Ankara ha aiutato Al – Qaeda in Iraq e che Washington ha sostenuto la base dei ribelli curdi in Iraq nella lotta contro la Turchia, rivelazioni esplosive per entrambi gli alleati.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto che il suo paese, uno stretto alleato degli Stati Uniti, non sarebbe “al centro dell’attenzione internazionale”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *