Vendola: la violenza verbale è frutto del “Palazzo”

Nell’attuale clima di malessere e di tensione che attraversa il Paese il Governatore di Puglia Niki Vendola spiega al microfono di Antennasud: «Il clima di violenza, di violenza verbale che c’è nel Paese, non è frutto della “Piazza”, è frutto del “Palazzo”, io leggo ogni mattina i quotidiani Libero ed il Giornale e sembrano talvolta dei poligoni di tiro, prendono delle personalità, avversari come dei target e cominciano a sparare. Non penso che Boffo il direttore dell’avvenire che ha subito un vero martirio, se lo sia inventato l’opposizione di sinistra. Silvio Berlusconi ha fatto, diciamo, della contesa politica un esercizio, talvolta di violenza verbale, insomma se la destra critica la violenza verbale, immagino che si tratti di autocritica, o forse non hanno mai sentito un discorso di Umberto Bossi, di Calderoli.
Certo se tutti quanti imparassimo ad abbassare i toni ed alzare i pensieri ci sarebbero meno risse, meno violenze e più contesa sui programmi concreti che riguardano la vita di una Società che è così inquieta, l’Italia è un Paese che sta andando alla deriva».

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *