Tanzi per “indegnità” non più Cavaliere

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accogliendo l’istanza di revoca dell’onorificenza del Ministro dello Sviluppo Economico assunto ad interim dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha firmato il decreto che revoca l’onorificenza di Cavaliere del lavoro a Calisto Tanzi, per “indegnità”.
Il crack della Parmalat e la condotta tenuta dal Tanzi già condannato in primo grado a Milano sono alla base della revoca dell’onorificenza del 1984 concessa dal Presidente Sandro Pertini.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *