“S300” ai nemici di Israele?

Israele deve fare tutto il possibile per prevenire che i suoi potenziali nemici siano dotati di sistemi missilistici aeromobili russi S-300, lo ha detto il comandante della forza aerea israeliana Ido Nehushtan in un colloquio con il Post di Gerusalemme”.


Le maggiori preoccupazioni da parte israeliana sono per l’Iran, che ha firmato un contratto con la Russia per l’acquisto di tali sistemi, ma che si ritiene non abbia ancora ricevuto.
“S-300 – è un sistema di difesa antiaerea, molto avanzato, con grande varietà ed abbondanza di opportunità.

Dobbiamo fare ogni sforzo per prevenire l’emergere di questo sistema in quei luoghi dove è necessario o in futuro sarà necessario operare con aerei delle forze di Israele, “- ha detto Nehushtan.
La stampa locale sostiene che la possibile vendita all’Iran di S-300, può migliorare significativamente la sicurezza dei suoi impianti nucleari da attacchi aerei, è questo il motivo, la scorsa settimana, della visita segreta del Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu a Mosca.
Netanyahu stesso in un’intervista televisiva mostrata su tv di lingua russa, giovedì non ha né confermato né negato la circostanza di un tale viaggio, ed ha detto: “Non voglio commentare gli articoli della stampa. Posso solo dire che abbiamo discusso di argomenti estremamente importanti per i problemi di sicurezza di Israele”.
Netanyahu ha ribadito la preoccupazione della cooperazione tecnico-militare tra la Russia e l’Iran e la Siria nonostante il fatto che la fornitura di armi a questi paesi ha cessato di essere consistente rispetto ai tempi dell’Unione Sovietica.
Gli S-300 sono tra i più potenti sistemi di difesa di aria del mondo. Lo sviluppo di questo sistema è iniziato negli anni ’60, con la creazione di un sistema mobile in grado di proteggere dal cielo le incursioni nemiche con le armi guidate.

I test del sistema moderno hanno avuto luogo negli anni 70, i sistemi di difesa aerea e marina sono principalmente volti a intercettare aerei e missili da crociera, attualmente, i sistemi S-300 costituiscono la base della difesa aerea russa e vengono venduti con successo sul mercato mondiale.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *