Malagrotta2? Allumiere o Riano

LO RIVELA ‘LA REPUBBLICA’ – La discarica di Malagrotta deve chiudere e secondo l’Ama il posto migliore è ad Allumiere: vicina all’autostrada, alla ferrovia e alla centrale Enel di Civitavecchia dove i rifiuti si possono trasformare in energia e il sito si trova all’interno di un’area militare che dovrebbe essere presto dismessa. E, in seconda battuta, Riano, sulla Flaminia. Lo riferisce oggi il quotidiano ‘La Repubblica’ sottolineando che nel pomeriggio ci sarà un vertice a Palazzo Chigi tra il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il presidente della Regione Lazio, Piero Marazzo, il Sottosegretario Gianni Letta e il responsabile della Protezione Civile, Guido Bertolaso per avere l’autorizzazione del governo.

“Allumiere – è scritto nell’articolo de ‘la Repubblica’ – ospiterebbe un invaso per i rifiuti e un impianto di trattamento per smistare il materiale e indirizzarlo o all’invaso o alla centrale di Civitavecchia”. “Non a caso, il sindaco Alemanno – ricorda il quotidiano – durante il suo viaggio in Israele ha visitato l’impianto di Tel Aviv, considerato all’avanguardia, che separa i rifiutia valle, vale a dire alla fine, senza la fase della raccolta differenziata”.

“Ad Allumiere la notizia – continua ‘La Repubblica’ – si è diffusa e residenti e istituzioni sono sul piede di guerra tanto che il sindaco Augusto Bellocchio ha affermato che “non saremo la pattumiera della capitale”. Il paese non ha una sua discarica, fa riferimento all’invaso di Civitavecchia e le norme tecniche del piano regolatore escludono che se ne possa realizzare una.

Idem per Riano, dove il PdCI locale ha già avviato una petizione popolare che ha raccolto oltre 500 firme. “Il Sindaco di Roma Alemanno non può pensare di trasferire i problemi di Malagrotta in provincia. Letta, Berlusconi, Alemanno e Marrazzo sappiano che, per quanto ci riguarda, a Riano faremo le barricate”. E’ quanto afferma Angela Flammini, segretaria del PdCI di Riano.

Anna Palmisano

Anna Palmisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *