Turchia – Armenia: verso la normalizzazione

La Turchia e l’Armenia, che non hanno relazioni diplomatiche, hanno convenuto nei colloqui con la mediazione della Svizzera una tabella di marcia per la normalizzazione dei rapporti, questo è stato annunciato dal Ministero turco degli affari esteri.
Tali colloqui hanno permesso dei “progressi tangibili e la comprensione reciproca”, è scritto nel comunicato del ministero turco. 
Ankara non ha relazioni diplomatiche con l’Armenia, ex repubblica sovietica, a causa di divergenze sulla questione dei massacri degli armeni che si sono verificati tra il 1915 e il 1917.
I massacri e le deportazioni, da parte della Turchia, degli armeni tra il 1915 e il 1917 sono stati più di un milione e mezzo e sono morti da 300.000 a 500.000 armeni.
La Turchia rifiuta il termine genocidio riconosciuto dalla Francia, Canada e dal Parlamento europeo .
Turchia ha chiuso le frontiere con l’Armenia nel 1993 a sostegno dell’Azerbaijan, di lingua turca, in conflitto con l’Armenia per il controllo della regione di Nagorno-Karabakh, l’enclave popolata da armeni in Azerbaigian .
Turchia e Armenia hanno dimostrato la loro intenzione di normalizzare le relazioni, il Presidente Barack Obama aveva chiesto all’inizio di aprile a Istanbul, alla Turchia e all’Armenia di trovare “rapidamente” un accordo per la normalizzazione, ma ha eluso la questione del riconoscimento del genocidio.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *