Terremoto, “in Italia pessime case”

Lo dice Giuseppe Zamberletti – “L’Italia ha piccoli terremoti e pessime case dal punto di vista della loro vulnerabilità”. Lo afferma Giuseppe Zamberletti, presidente del ‘Comitato grandi sismi’ della Protezione civile, intervenuto nel programma ’24 Mattino’ su Radio 24. “Abbiamo un patrimonio edilizio estremamente vulnerabile in zone sismiche – aggiunge Zamberletti – è una maledizione che ci portiamo dietro e contro la quale dobbiamo lottare. Ha ragione Barberi, questo terremoto in California avrebbe causato zero vittime”.

Zamberletti nota che proprio dopo un precedente terremoto in Abruzzo era stata inserita la possibilita’ di dare mutui a tasso zero per chi voleva ricostruire le proprie case rimaste intatte a prova sisma: ‘Sa quante richieste arrivarono? – ricorda Zamberletti -. Tre o quattro, che non volevano rendere antisismica la casa ma approfittare del mutuo a tasso zero per aggiungere la verandina… Richieste reali per ricostruire le cause non danneggiate? Zero. Tutto era fatto per preparare la gente al terremoto successivo. I cittadini potevano preparare la loro casa e non l’hanno fatto, e’ un problema di cultura’.
Anche le istituzioni pero’ non si adeguano, dice: le regole antisismiche varate nel 2005 non sono ancora entrate in vigore. ‘Le istituzioni sono l’immagine speculare del Paese – commenta Zamberletti – se nel Paese non c’e’ cultura di prevenzione, e’ difficile che le istituzioni camminino in questa direzione. Purtroppo questo obiettivo anche nell’opinione pubblica e’ scarso. Le faccio un esempio: noi da tempo proponiamo di introdurre forme di assicurazioni in caso di catastrofi. Il vantaggio e’ anzitutto di non far gravare la ricostruzione tutta sullo Stato, inoltre questo meccanismo fa scattare la cultura delle prevenzione. Perche’ se assicuro il mio edificio, per ottenere condizioni buone devo essere certo che sia messo a norma’.

Anna Palmisano

Anna Palmisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *