Scuola, Sciopero – Epifani: “Sono troppe le cose che non vanno…”

Giornata di sciopero per la scuola quella odierna. La Cgil scende in piazza a difesa della scuola pubblica. “Sono troppe le cose che non vanno nella scuola, a partire dalla riduzione degli spazi formativi, meno tempo per stare in aula, la riduzione delle risorse e il grande problema dei precari”. E’ quanto ha detto Guglielmo Epifani, a Palermo, dove ha preso parte ad una manifestazione.

“E’ un emergenza molto importante – ha aggiunto Epifani – che con la crisi andrebbe affrontata diversamente. E’ uno sciopero per protestare contro le scelte del governo e per rivendicare una scuola di qualità”.

“D’altra parte, in tutto il mondo – ha continuato Epifani – i Paesi affrontano la crisi investendo in scuola e formazione, rendendola più adeguata ai tempi, formando meglio le persone. Da noi si sceglie un’altra strada”.

“La scuola è importante dappertutto – ha precisato Epifani – ma nel Mezzogiorno lo è particolarmente, perchè dove hai meno occasione di lavoro serve formazione di maggiore qualità. Ma questo non sempre avviene: troppa dispersione scolastica e talvolta una qualita’ piu’ bassa che nel resto del Paese”. “La scuola italiana e’ insomma meno peggio di quello che si dice ma – ha avvertito il segretario della Cgil – non è all’altezza delle sfide che i giovani hanno di fronte a loro”.

In relazione all’incontro tra il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e il presidente degli Industriali, Emma Marcegaglia, Epifani ha osservato: “C’è qualche piccolo impegno supplementare. A questo governo bisogna strappare goccia dopo goccia le risorse necessarie per affrontare meglio la crisi”.

Edgardo Fulgente

Edgardo Fulgente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *