Crisi, da Inps e BankItalia dati allarmanti

La crisi economica e sociale, giorno dopo giorno, assume contorni sempre più gravi anche nel nostro Paese. Oggi è il turno dell’Inps che certifica il boom della cassa integrazione ordinaria: il ricorso alla cassa integrazione del mese di febbraio è aumentato del 553%. In particolare, tra gestione industria (ordinaria e straordinaria) ed edilizia, nel febbraio 2009, le ore autorizzate sono state 42,5 milioni, cioè il 169,7% in più rispetto al febbraio 2008.

Il tutto mentre Bankitalia abbassa le stime sul Pil. Palazzo Koch – ha dichiarato Ignazio Visco, vice direttore generale dell’istituto – “prevede ora una contrazione dell’economia italiana pari al 2,6% nel 2009, contro il -2% della precedente stima”.

L’indicatore dei consumi Confcommercio (Icc), intanto, segnala a gennaio 2009 una riduzione tendenziale del 4,6% in quantità, il terzo peggior risultato da un anno a questa parte, nonché la dodicesima variazione negativa da gennaio 2008. “Il dato – spiega Confcommercio – conferma come i consumi non solo sono ancora in una fase critica ma, per il momento, non traggono nemmeno benefici dal rallentamento dell’inflazione”.

“Faremo tutto il possibile per preservare il più alto numero di aziende e salvaguardare il capitale umano con la sua elevata professionalità. C’e’ la necessità di fare di più e di fare in fretta” dice il leader di Confindustria Emma Marcegaglia, che chiede di “intervenire sugli ammortizzatori sociali, soprattutto quelli in deroga, con risorse disponibili subito e destinati a chi ha veramente bisogno”.

Edgardo Fulgente

Edgardo Fulgente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *