Gazprom: “400 milioni di $ o basta gas all’Ucraina”

Gazprom, la compagnia russa, ha avvertito che interromperà le forniture di gas verso l’Ucraina se le autorità non pagano entro il 7 marzo, i 400 milioni di dollari del nuovo debito. La minaccia russa giunge dopo la fine di un accordo tra Mosca e Kiev per l’uso da parte della Russia di stazioni radar situate nel territorio dell’Ucraina. Funzionari di Kiev hanno detto che l’ammontare dei fondi stanziati dall’Unione europea a sostegno dell’Ucraina sono più che sufficiente.
Zemlyansky Valentin portavoce di Naftogaz la società del gas ucraina, al giornale Kommersant ha detto che la società spera “di raccogliere la somma necessaria di denaro per effettuare il pagamento.”
Un’altra fonte ha detto che la società Naftogaz potrebbe trovare 100 – 160 milioni di euro, ma non ha detto la provenienza dei restanti fondi.Andrei Kruglov, il direttore finanziario di Gazprom, ha detto che il consiglio di amministrazione della società russa è preoccupato per la capacità dell’Ucraina di pagare le fatture di gas naturale nel mese di febbraio, ed ha continuato secondo il giornale Novosti: “Se 400 milioni di dollari, non saranno versati fino al 7 marzo, dall’8 marzo si dovranno interrompere le forniture di gas per l’Ucraina”.
A sua volta, Andrei Koloplianik, consulente Gazprombank e vicino al Primo Ministro russo Vladimir Putin, ha detto, nel terzo Forum Europa-Ucraina, è improbabile che Naftogaz, che è alla soglia dell’insolvenza, paghi i debiti a Gazprom.
Koloplianik ha anche affermato che il problema principale nella controversia sul gas per l’Ucraina è l’incapacità di garantire la separazione di transito del gas per l’Europa dal trasporto del gas per il consumo interno.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *