Roccella: “La scelta di Beppino Englaro politica fin dall’inizio”

Non vuole “sindacare sulle scelte personali di questo signore già provato” ma in un’intervista al ‘la Stampa’ il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella sottolinea che “tutta la vicenda di Eluana ormai da molti anni era diventata un fatto politico”. “Che il signor Englaro volesse o no – spiega – questa impostazione era nei fatti. Ed era anche negli intendimenti i alcuni magistrati”.

“Io – afferma Roccella – voglio che nessuno debba più morire di questa sorta di ‘illegale legalità seguendo un protocollo fissato dalla magistratura su cui nessuno ha potuto mettere bocca”. E la manifestazione a cui Beppino Englaro ha annunciato di partecipare in difesa della libertà di scelta delle cure, per Roccella “non c’entra con Eluana”, che non ha “scelto di morire”, perchè la sua volontà “è stata ricostruita dalla magistratura”.

Per il sottosegretario il Ddl della maggioranza di governo, comunque, non limita la libertà di scelta: “Uno può decidere di non farsi cuare e di morire della malattia che ha. Ma non può costringere qualcuno a farlo morire di fame e di sete. Tutto qui”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *