Berlusconi: dividi et impera “Dialogo possibile solo con divorzio PD-IDV”

Il divorzio tra Pd e Idv e’ una pregiudiziale per il confronto tra maggioranza ed opposizione? E’ stato chiesto a Berlusconi nel corso di un incontro con la stampa a palazzo Grazioli. ”Sì’, perché come si fa? Di Pietro – ha risposto – e’ irrecuperabile, e’ il giustizialismo fatto persona. Lo dice tutta la sua storia”. Il divorzio tra Veltroni e Di Pietro – ha aggiunto -‘e’ necessario, ma e’ il Pd che deve scegliere quale identità darsi, oggi e’ incerto, non sanno neppure di quale famiglia europea far parte”.”Non sono io l’ostacolo” affinché ”maggioranza e opposizione” collaborino e raggiungano ”l’accordo” sulle riforme necessarie al paese:’Se non vogliono farlo loro non prendano me come scusa’‘.

”Io ho fatto un accordo con la Lega quando era indipendentista e ho saputo costituzionalizzarla facendola diventare federalista. La stessa cosa sarebbe dovuta capitare tra Pd e Idv, e invece e’ successo esattamente il contrario. E’ un passaggio del lungo colloquio che il premier Silvio Berlusconi ha avuto con la stampa invitata nella sua residenza-ufficio a palazzo Grazioli. ”Il Pd oggi è incerto sull’identità da darsi”, ha aggiunto Berlusconi. (Ansa)

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *