Messaggio di Ahmadinejad, la “furbizia” della pura propaganda

Il canale Channel 4 è stato rimproverato dal governo inglese, ed ha suscitato diverse critiche la sua decisione di trasmettere il messaggio di Natale del Presidente iraniano Ahmadinejad, come messaggio di Natale alternativo, e potrebbe diventare un reato internazionale l’aver offerto una tale possibilità, a detta del governo britannico.
La singolarità di Ahmadinejad che specula sulle posizioni di Gesù mentre è al governo di un Paese, l’Iran, dove chi si converte al cristianesimo deve affrontare la pena di morte, dicendo che “Se Cristo oggi fosse sulla Terra, senza dubbio avrebbe issato la bandiera della giustizia e dell’amore per l’umanità opponendosi ai guerrafondai occupanti, ai terroristi e bulli in tutto il mondo. Se Cristo fosse sulla Terra oggi, senza dubbio avrebbe lottato contro le politiche tiranniche prevalenti a livello mondiale dei sistemi economici e politici, come ha fatto nella sua vita “, la dice lunga sulla “intelligenza mediatica” di Ahmadinejad pronto ad approfittare della vetrina offerta da Channel 4.
Il media britannico, motiva la scelta di Ahmadinejad leader di uno dei più potenti Stati del Medio Oriente la cui opinione ha un’enorme influenza nella regione, così da offrire ai propri visitatori una visione alternativa in un momento critico delle relazioni internazionali.
Ma oltre al rischio per il canale di mandare un messaggio in contrapposizione alla Regina, si è offerta un’opportunità a chi ha definito l’Olocausto “un mito”, e non si risparmia in dichiarazioni anti – semita, ed ha affermato nel suo Paese non esistono gay, per poi impiccarli in piazza.
Channel 4 è ovviamente libero nelle sue scelte editoriali ma offrire una visione alternativa non vuol dire dare risonanza a posizioni peggiori di quelle che forse non si condivide.

Anna Palmisano

Anna Palmisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *