Statali – Ecco il testo dell’accordo tra governo e Cisl, Uil e Ugl

Il governo e le organizzazioni sindacali (CISL, UIL, COMFSAL, UGL USAL) hanno concordato – come si legge in un comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri – quanto segue:1) Occorre procedere al piu’ presto alla chiusura di tutti i contratti collettivi relativi al biennio economico 2008-2009.

2) Il Governo si impegna a recuperare oltre alle risorse di cui in premessa, relative al taglio dei fondi unici di amministrazione, anche le risorse derivanti dalla disapplicazione di leggi per l’anno 2009 di cui all’art. 67, comma 2 del D.L. 112/2008; tali risorse saranno erogate secondo le modalita’ e le decorrenze previste dalle suddette leggi speciali.

3) Le risorse recuperate per i trattamenti accessori dovranno essere destinate all’incentivazione della produttivita’ dei dipendenti, mediante l’individuazione nei CCNL di criteri rigorosamente selettivi, con particolare riferimento all’introduzione di meccanismi premiali di profili qualitativi e quantitativi della prestazione lavorativa.

4) In relazione alla trattativa in corso all’ARAN sul comparto Ministeri e in considerazione degli impegni del Governo di cui sopra, ci sono tutte le condizioni per giungere ad una rapida conclusione delle trattative.

5) Per il comparto dei Ministeri, le risorse finanziarie stanziate permettono di adeguare complessivamente a regime le retribuzioni dei dipendenti per 70 euro mensili per tredici mensilita’.

6) L’ARAN potra’ ripartire tale somma nel seguente modo: – 60 euro mensili per lo stipendio; – 10 euro mensili per la parte accessoria.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *