Marina Ripa di Meana in sciopero della fame per il San Giacomo

Marina Ripa di Meana, nonostante un tumore, ha iniziato uno sciopero della fame a sostegno della protesta contro la chiusura del San Giacomo, storico ospedale del Centro di Roma. Assieme ad alcuni medici ed infermieri del nosocomio romano, la cui chiusura e’ prevista dal piano di rientro del deficit della sanita’ deciso dalla Regione Lazio, ha iniziato lo sciopero della fame a Piazza del Popolo in un camper sul quale e’ stato sistemato uno striscione che sintetizza il senso dell’iniziativa: ‘Sciopero della fame per sete di giustizia, Salviamo il San Giacomo’.

Anche il marito di Marina Ripa di Meana, presidente di Italia Nostra, ha da tempo con la sua associazione ambientalista iniziato una battaglia per contrastare la chiusura del San Giacomo e proprio ieri ha annunciato anche il ricorso alla Corte dei Conti. ‘Per ristrutturare questo ospedale -dice Marina Ripa di Meana- sono stati spesi di recente 30 mld di vecchie lire, ci sono sale operatorie nuove mai utilizzate, e poi e’ un punto di riferimento per chi abita in centro e per i turisti’.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *