Statali, Cgil: “L’aumento sarà di 47 euro”

“L’aumento che il governo elargirà unilateralmente ai lavoratori in busta paga sarà di 40 euro netti, più 7 euro per la produttività, che sarà evidentemente riservata a chi è produttivo”. E’ il leader della Fp Cgil, Carlo Podda, a calcolare l’effettivo incremento netto in busta paga, offerto ai lavoratori del pubblico impiego dal governo.

“Dal 1 gennaio 2009 – continua Podda – dagli stipendi saranno decurtati in base alla L.133 mediamente da 80 a 250 euro ed il recupero della somma tagliata, ovvero con decorrenza non garantita da giugno per un valore di un terzo del totale, e’ solo per i lavoratori dei ministeri, delle agenzie fiscali e del parastato”, aggiunge ricordando come “l’intesa non ha il 51% dei consensi necessari per fare il contratto, secondo le attuali leggi sulla rappresentanza sindacale, ed il ministro Brunetta ha gia’ dichiarato di voler procedere unilateralmente”.

“Infine – conclude Podda – una domanda vorremmo farla noi: se l’intesa e’ davvero positiva, perche’ Cisl e Uil della scuola non hanno aderito al protocollo e perche’ la Cisl e la Uil del pubblico impiego, pur aderendo, non sospendono ne’ revocano lo sciopero?”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *