La melanina uccide 1.500 cani in un’unica azienda cinese

Nel nord-est della Cina sono morti 1.500 cani dopo aver mangiato alimenti per animali contaminati con la melanina, la stessa sostanza chimica dei prodotti lattieri – caseari.
Un professore dell’università di Shenyang, Zhang Wenkui, veterinario, ha stabilito che gli animali sono morti per insufficienza renale, dopo aver fatto l’autopsia su una dozzina di cani.
Zhang Wenkui si è rifiutato di confermare la causa della morte, ha solo detto in un’intervista telefonica all’Associated Press di aver trovato melanina nei mangimi per cani e che il 25% dei calcoli renali dei cani erano con melanina.
Le diverse centinaia di cani erano di razza procione, una razza nativa dell’est asiatico che viene allevata per la sua pelliccia, utilizzata nell’abbigliamento in particolare per i cappotti.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *