Brunetta firma il decreto sulla riduzione dei distacchi e permessi

Il ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, ha firmato oggi il decreto che stabilisce la riduzione dei distacchi e dei permessi sindacali. Trova cosi’ una prima, puntuale applicazione il decreto-legge 1123 che prevede la riduzione triennale del 45% dei contingenti attualmente in vigore.


Il provvedimento – si legge in una nota – comporta una riduzione di 237 dipendenti in distacco sindacale a partire dal 1 gennaio 2009 (il loro numero salira’ a 710 a partire dal 1 gennaio 2011) e che in questo modo torneranno a disposizione delle amministrazioni di appartenenza.
Sempre a partire dal 1 gennaio 2009 verranno inoltre ridotti i contingenti dei permessi orari per un ammontare complessivo di 828.535 ore (saliranno a 2.049.969 ore a partire dal 1 gennaio 2001). Il provvedimento comportera’ un recupero di 348 uomo/anno nel 2009 fino ad arrivare a 1.042 uomo/anno nel 2011. Tale recupero di efficienza e’ stimato in 9 milioni di euro dal 1 gennaio 2009 fino ad arrivare a circa 30 milioni di euro dal 1 gennaio 2011. Con questa misura viene cosi’ aggiunto un ulteriore, importante tassello alla strategia di recupero di efficienza nella Pubblica Amministrazione.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *