Concessa la semilibertà a Pietro Maso

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano concede la semilibertà a Pietro Maso. Maso è il protagonista reo confesso di uno dei più clamorosi casi di omicidio a sfondo familiare della cronaca italiana, avvenuto il 17 aprile 1991, nella sua casa di Montecchia di Crosara, dove, aiutato da tre amici, uccise entrambi i genitori, per intascare la sua parte di eredità. Era stato condannato a 30 ani di reclusione.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *