Tutti gli scivoloni di Haider sul nazismo

Joerg Haider, nato il 26 gennaio 1959 a Bad Goisern da una famiglia coinvolta nel nazismo (il padre era stato membro delle Sa, truppe d’assalto, e la madre una insegnante membro della Hitler Jugend), nel corso della sua carriera, è più volte scivolato sul nazismo.
La sua uscita più famosa fu una dichiarazione del 13 giugno 1991 nel parlamento regionale a Klagenfurt, in cui Haider elogiò la ‘appropriata politica di occupazione nel Terzo Reich’ avviata da Hitler. Lo scivolone gli costò la poltrona di governatore della Carinzia ma un’ indagine della magistratura del Land lo scagionò poco dopo dall’accusa di apologia del nazismo.
Nell’ottobre del 1995, parlando a Krumpendorf, in Carinzia, a un raduno di reduci delle Waffen SS, aveva detto che il corpo speciale di Hitler (Schutzstaffen) era ‘parte dell’ esercito tedesco al quale va reso onore’.
Sempre nel 1995 al parlamento federale a Vienna Haider, durante un dibattito in aula, per indicare i ‘campi di concentramento’ nazisti, parlò di ‘campi penali’.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *