“Caro Tremonti, così il teatro muore”

“Caro Ministro Tremonti, così il teatro muore”. Sergio Escobar, direttore de ‘Il Piccolo’ di Milano, presidente di ‘Platea’, la fondazione che rappresenta 17 teatri stabili pubblici italiani, lancia un nuovo appello al ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, contro i tagli previsti dalla finanziaria per lo stanziamento destinato nel 2009 al fondo unico per lo spettacolo (Fus).

“Con il Fus ridotto a 378 milioni per il 2009, oggi conta su 560 mln, è impossibile – scrive Sergio Escobar – garantire l’attività dei teatri, pur nella più virtuosa delle gestioni, mentre oltretutto sono in corso i rinnovi dei contratti nazionali di lavoro scaduti da due anni. Difficile anche contare sui privati, perché in assenza di incentivi, il loro intervento ha avuto una funzione meramente sostitutiva”.

Secondo Escobar “serve una legge per lo spettacolo dal vivo”. “Lo Stato – ammonisce il presidente de ‘Il Piccolo’ – deve esprimersi con urgenza sul sistema teatrale che intende sostenere con le risorse dedicate alla cultura”.

“Al ministro Tremonti – conclude Escobar citando il libro ‘La paura e la speranza’ nel quale il ministro indica l’investimento sulla cultura come unica strategia per vincere la paura che sta attraversando l’Occidente – chiediamo di essere coerente con questa analisi.
proprio mentre i paesi emergenti (Cina India Sud America) stanno sempre più investendo in cultura. Un confronto vero tra politica, mondo dell’impresa e mondo della cultura non è più rinviabile”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *