Il “caso” Catania

 Il Comune di Catania negli ultimi anni è in una situazione di grave dissesto economico, con un buco di bilancio certificato sino al 2003 in circa 40 milioni di €uro.
Per risanarlo senza sciogliere il Consiglio, il Comune di Catania ha costituto una società chiamata “Società Catania Risorse s.r.l.” (delibera n.66 del 24/10/2006), una s.r.l. (le s.p.a. hanno dei controlli meno soft), poi ha deciso di trasferire 14 immobili alla Società ( delibera n .85 del 30/12/2006) in tal modo si può accedere ai mutui per ripianare il deficit, nonostante qualcuno degli immobili è già stato utilizzato nell’attivazione di mutui precedenti, ( linea di credito con l’ Unicredit Banca d’Impresa s.p.a. dell’11/11/2005)


Gli immobili in questione sono il tema delle rimostranze della sovrintendenza, ma la Dottoressa Branciforte viene distratta in altra sede dall’ Assessore regionale.
Si sa che fra Natale e Capodanno le cose vengono meglio così le perizie degli immobili vengono eseguite tutte il venerdì 29 Dicembre e depositate presso la cancelleria del tribunale lo stesso giorno, il sabato 30 Dicembre viene fatta la seduta del Consiglio Comunale e domenica 31 Dicembre si stipula il rogito notarile.
L’incarico professionale per la stima degli immobili viene dato ad un ragioniere, dipendente comunale, mentre Presidente della Società Catania Risorse s.r.l. era stato fatto il Segretario Generale del Comune.
Questo era il 2006.
Nel Febbraio del 2007 c’è stata un’ interrogazione parlamentare la: (2-00370) , con calma, un po’ di sdegno sulla vicenda, un po’ di silenzio e qualche notizia secondaria si è andati avanti.
Un’altra interpellanza parlamentare è la: (2-00428) ed anche la Corte dei Conti a Giugno 2007 sono voluti andare a capire la finanza fantasiosa del Comune di Catania.
Con queste operazioni il Comune ha “guadagnato” circa 65 milioni di €uro così da togliere qualche debito, pagare qualche fornitore e qualche affitto dato che in alcuni di questi immobili ci sono gli uffici del Comune.
Del resto il Comune di Catania ai propri concittadini ha sempre assicurato il Sole di giorno e la Luna di notte e Loro oltre al Mare di fronte e la Montagna di dietro non voglio altro, se poi hanno 2.500 €uro a testa di debito e irrilevante.
Poi si vedrà.
E’ di oggi il finanziamento disposto dal Cipe.

https://www.quinews.it/2008/10/01/e-polemica-sui-140milioni-per-catania/

Carmelo Sorbera

Carmelo Sorbera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *