Disoccupazione in Italia

Nota: la linea rossa rappresenta il tasso di disoccupazione, gli istogrammi rappresentano il numero di lavoratori equivalenti a tempo pieno in cassa integrazione.

Il disagio occupazionale in Italia non accenna a diminuire. A ottobre il tasso di disoccupazione ha raggiunto il massimo da quando esistono le indagini mensili dell’Istat, ovvero dal 2004 (rispetto alle serie storiche trimestrali dal I trimestre 2003 quando la disoccupazione era 9, 1%). A questo tasso bisognerebbe aggiungere il numero di persone a tempo pieno le cui prestazioni sono state ridotte a zero ore grazie ai trattamenti di Cassa Integrazione (gli istogrammi nel grafico dividono il totale di ore autorizzate per il numero medio di ore mensili di un lavoratore a tempo pieno). Sommando i dati si giunge a un indice di disagio occupazionale superiore all’11 per cento.

C’è ancora qualcuno che osa sostenere che la crisi da noi ha avuto solo un modesto impatto sul mercato del lavoro? (Lavoce.info)

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *