4 giorni da Palazzo Chigi al Quirinale

4 giorni sono occorsi al testo della manovra economica per superare la distanza che intercorre tra Palazzo Chigi ed il Quirinale. Da oggi il decreto è all’attenzione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Un provvedimento complesso e di “difficile composizione” che non giustifica i tempi di trasmissione insolitamente lunghi, già ieri, non era chiaro se il testo fosse “già all’attenzione del Capo dello Stato”. Ed ancora stamani Berlusconi conversando con i cronisti all’uscita di Palazzo Grazioli, aveva affermato che “La manovra viene firmata quando il Colle avrà dato la sua valutazione”, procedura non proprio ortodossa in quanto normalmente al Quirinale i testi arrivano firmati dal Presidente del Consiglio.
Adesso l’attenta valutazione del testo della manovra economica da parte del Presidente Napolitano supportato dal suo staff giuridico.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *