Berlusconi parla di mafia, che ridere


La “solita” ironia del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi su una tragedia quale la mafia, ridimensionata a fenomeno televisivo è quanto scaturisce da una prima lettura delle parole pronunciate dal Premier, e si avverte come si sminuisce la gravità di certe realtà ridicolizzandone degli aspetti marginali, rafforzando contemporaneamente la rappresentazione del ruolo istituzionale che si ricopre sempre più insensibile alle tragedie umane delle vittime.

Carmelo Sorbera

Carmelo Sorbera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *