Brunetta “pensiero stupendo”

Brunetta una grande idea in testa, “quella di vendere le ex case Iacp” e creare altri “2 milioni di nuovi proprietari” (l’Unità.)
Ecco di nuovo la Grande idea della Destra, la stessa che è stata alla base della scelta di Bush di uno sviluppo politico volta all’emancipazione economica dell’elettore americano che divenendo “proprietario” pur appartenendo ad una condizione economica non adeguata veniva investito da problematiche diverse che nei bisogni lo avvicinavano al sentire del partito del Presidente Bush, una scelta politica che aveva dato i suoi frutti con la Thatcher e con Reagan, ma che in questi anni è stata esasperata nei numeri dei soggetti coinvolti e dalla cupidigia dei banchieri coinvolti, prestati ad una “rivoluzione” dei proprietari non senza interessi economici rilevanti.
Ed allora ci si può chiedere con quali soldi gli attuali affittuari delle ex case Iacp, comprano le case? con i mutui? Gli Stati Uniti, i loro mutui e l’ultimo anno insegnano qualcosa?
Spiegare che prima di tutto ciò dovrebbe essere rivoluzionata la ridistribuzione delle ricchezze, il potere d’acquisto degli stipendi con adeguati accorgimenti e meccanismi strutturali, può significare rompere l’incantesimo del pensiero stupendo, l’illusione di mantenere sul filo della schiavitù economica una massa di “proprietari” contenti del proprio acquisto e pronti a tutto pur di mantenerlo è già stato infranto più volte.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *