Intercettazioni, Caselli: “Informare i cittadini è un diritto”

“Il progetto di legge che vieta di pubblicare qualunque notizia, anche quelle non più coperte da segreto, finchè non sono concluse le indagini preliminari, e quindi, il progetto di legge che vieta per mesi se non per anni di scrivere qualunque cosa relativamente a fatti di reato,

e forse si potrà scrivere il nome dell’imputato o forse il reato ma niente altro, non le prove a carico non quelle a discarico raccolte dalla difesa. E’ estremamente pericoloso perchè è un diritto dei cittadini saper seguire i fatti di rilievo nazionale”. E’ quanto ha sostenuto il procuratore generale di Torino, Giancarlo Caselli, in un incontro con le scolaresche di Napoli, dal tema “Il ladro di sogni”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *