Salute – Londra, cieco recupera la vista grazie all’occhio bionico

La scienza appalicata alla tecnologia può fare cose impensabili fino a qualche tempo fa. Addirittura dare la vista, seppur parzialmente ad un cieco. E’ quanto accaduto i Inghilterra, dove un 73enne, cieco da 30 anni, ha parzialmente recuperato la vista dopo l’impianto di un occhio bionico.

Ron, che è stato sottoposto all’eccezionale intervento 7 mesi fa dai chirurgi dell’ospedale oculistico “Moorfield” di Londra, ora vede lampi di luce, segue le linee bianche sulla strada e sceglie i calzini e grigi, grazie all’occhio bionico, denominato “Argus II”.

“Argus II” è una mini-telecamera e un videoprocessore montati su occhiali che inviano le immagini a un minuscolo ricevitore, al di fuori dell’occhio. A sua volta il ricevitore trasmette i dati attraverso un cavo sottilissimo a una serie di elettrodi sulla retina. Quando questi vengono stimolati, inviano il messaggio lungo il nervo ottico fino al cervello, in grado di percepire le macchie luminose e scure corrispondenti agli elettrodi stimolati.

La speranza, da quanto si apprende sulla Bbc online, “è che il paziente impari a interpretare le forme che gli arrivano, producendo immagini con un significato”. Il chirurgo che ha operato Ron, Lyndon da Crus, si è detto “molto incoraggiato dal fatto che il trial sta procedendo cosi’ rapidamente”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *