Si finge trans e filma discriminazioni

“Se sei un transessuale è quasi impossibile trovare un lavoro”. Questa la conclusione cui giunge il servizio “Francesco era disoccupata” di Francesco Palese per la trasmissione “L’Altra Inchiesta” dell’emittente ‘Retesole’, disponibile on line all’indirizzo www.laltrainchiesta.com). Palese, pochi mesi dopo essersi finto un gay in cerca di casa, registrando i rifiuti da parte dei proprietari, si è messo nei panni di una transessuale appena trasferitasi dal sud Italia a Roma, in cerca di un lavoro e di un alloggio.

Con tanto di travestimento il giornalista ha ripreso con telecamera nascosta il rifiuto della disponibilità di lavoro da parte di diverse agenzie interinali di Roma, pochi minuti dopo che le stesse avevano offerto alla sua complice, Francesca Bastone, diverse soluzioni. Una volta che alla complice era stato offerto, ad esempio, un posto da contabile, nell’agenzia faceva ‘irruzione’ la finta trans che dichiarava di avere esperienza in quel settore, ma la posizione svaniva nel nulla. Nel video anche un’agenzia immobilire che ha negato al giornalista di avere immobili in affitto poco dopo averli offerti invece alla complice.

Una volta che alla complice era stato offerto, ad esempio,un posto da contabile, nell’agenzia faceva “irruzione”la finta trans che dichiarava di avere esperienza in quelsettore, ma la posizione svaniva nel nulla. Nel video ancheun’agenzia immobilire che ha negato al giornalista diavere immobili in affitto poco dopo averli offerti invecealla complice.Il video inizia con la finta trans in via Salaria a Romadove viene fermata dalla Polizia Municipale che la invita acambiare posto e a specificare l’attività svolta.

Subito dopo il titolo “Francesco era disoccupata” che vuoleattirare l’attenzione sul fatto che l’85% degli oltre20mila transessuali presenti in Italia resta fuori dal mondodel lavoro. Per molti di loro la prostituzione diventacosì l’unico modo per sopravvivere.

“Eppure – spiega il servizio – esiste una direttivadell’Unione Europea del 5 Luglio 2006 dove si legge che ilprincipio della parità di trattamento tra uomini e donne,per l’accesso al mondo del lavoro, va esteso anche allediscriminazioni determinate dal cambiamento di sesso, comeha peraltro sancito una sentenza della Corte di GiustiziaEuropea il 30 aprile del 1996. Ma questo principio in Italianon vale”.

La puntata di “L’Altra Inchiesta”, che vede come ospiti Vladimir Luxuria e Fabrizio Marrazzo dell’Arcigay, sarà trasmessa domani alle 21.10 su Retesole. Nel corso della trasmissione Francesca Eugenia Busdraghi di “Azione Trans” racconta in un’intervista il suo ‘calvario’ lavorativo.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *