L’impronta del primo uomo

La Fotografia di Matthew Bennett, pubblicata dal giornale “The guardian” è l’impronta fossile lasciata da un antenato umano di circa 1,5 milioni di anni fa in Kenya. Le tracce dei primi ominidi trovate in una pianura sabbiosa in Africa orientale è stato salutato dagli scienziati come la prima prova della moderna postura eretta. Le orme, datate tra 1,51 m e 1,53 m di anni fa, sono state scoperte in rocce sedimentarie a Ileret, in Kenya, probabilmente sono state fatte dai primi ominidi Homo ergaster o all’inizio di Homo erectus. Questi sono il secondo più antico documento conosciuto di orme di antenati umani. Le più antiche orme sono risalente a 3,6 milioni di anni fa e vennero trovate in Tanzania, attribuiti ai meno avanzati Australopithecus afarensis.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *