Voto in Grecia

Per la terza volta in nove mesi gli elettori greci alle urne nell’incertezza politica ed economica.
Alexis Tsipras dopo aver navigato per sette mesi in una politica europea che non ha premiato le sue strategie porta alle urne una la Grecia costretta ad accettare un futuro vincolato dal terzo piano di salvataggio e con una prospettiva di pagare un prezzo salato che la mantiene sull’orlo del precipizio economico e sociale.
I sondaggi forniscono un testa a testa tra i due partiti: Syriza, il partito del premier uscente Tsipras e Nea Dimokratia, il partito conservatore di Meimarakis.
Per Kappa Research Syriza conduce con un 31,2% contro un 28,3%, Nea Dimokratia mentre GPO accredita un 28,5% a Syriza contro un 26% dei conservatori, con un 6,1% di Alba dorata e un 5,7% del Pasok. Domenica la Grecia torna a votare.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *