#mangiaroberto: l’appello di “Europa” per Giachetti

«Le condizioni di salute di Roberto Giachetti si sono aggravate a causa dello sciopero della fame che il parlamentare democratico ha iniziato il 2 settembre scorso, ben 82 giorni fa.
Roberto è testardo, è radicale, è determinato ad andare avanti nella sua iniziativa perché il parlamento approvi rapidamente la riforma elettorale. C’è qualcosa di nobile e di incomprensibile in questa sua decisione non-violenta, che cozza con il buon senso e l’astuzia che, assai spesso, contraddistingue tanta, troppa politica italiana. Che, invece, dovrebbe essere, e talvolta come in questo caso, ancora riesce a essere uno spazio di crescita civile, di partecipazione.
Per questo via Twitter e attraverso l’uso dell’hashtag #mangiaroberto, noi di Europa (e non solo) che gli vogliamo bene proprio perché è fatto così, vorremmo esortarlo a interrompere il suo digiuno, sensibilizzando anche le istituzioni repubblicane, a partire dalla Presidenza della Repubblica, che – come di recente confermato dal portavoce del Capo dello Stato – segue da vicino l’iniziativa di Giachetti – affinché possano dare riscontro urgente a questa iniziativa online, invitandolo a recedere dalla sua battaglia e spronando il Parlamento ad affrontare quanto prima il tema della riforma elettorale.
Ovviamente, in questo caso, il retweet varrà come endorsement.»

Quinews.it si unisce all’appello di “Europa” per Roberto Giachetti: #mangiaroberto

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *