“Cemento” “Discarica” ecco il risanamento delle cave


Quale futuro per il territorio devastato di Riano, Comune alle porte di Roma, che trae storicamente origine e ricchezza dalle cave di tufo, ferite laceranti del paesaggio che non possono essere ricucite ipotizzando un utilizzo da “Discariche” ventilando la prospettiva di una “Malagrotta bis” o cementificando con megastrutture il futuro di intere aree.
Altro è lo sviluppo sostenibile.

Vittoria Pirro

Vittoria Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *