Cagliari, è guerriglia

La manifestazione del Movimento Pastori Sardi indetta contro la politica agricola della Regione e del Governo nazionale è degenerata in guerriglia urbana.
Il Movimento guidato da Felice Floris aveva comunicato “Noi non siamo contro il libero mercato, ma non intendiamo più sopportare che venga contrabbandata come sarda la carne proveniente da mezzo mondo, soltanto perché macellata in Sardegna e continueremo la nostra lotta in tutta la Sardegna per spiegare all’opinione pubblica che gli interessi dei Pastori sono gli interessi di tutta la Sardegna”, ma intorno alle diciassette esplode la rabbia davanti alla sede del Consiglio regionale con i manifestanti che lanciano sassi e le forze dell’ordine che sparano lacrimogeni e caricano per disperdere, diversi i feriti. Fermate 6 persone.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *