Premio Nobel a Edwards “padre” di milioni di bambini

Il premio Nobel per la Medicina 2010 è stato assegnato al padre della fecondazione in vitro, il britannico Robert Edwards, dopo trenta anni dalla nascita del primo bambino in provetta.
Louise Joy Brown nata il 25 luglio 1978 è stata la prima bambina concepita in “provetta” attraverso il metodo della fertilizzazione in vitro, primo risultato tangibile della ricerca dal professor Edwards e del suo collega ginecologo Patrick Steptoe, morto nel 1988.
Dalla nascita di Louise Brown, quasi 4 milioni di bambini sono nati con la fecondazione assistita.
Il premio è stato assegnato al lavoro pionieristico dell’85enne scienziato britannico considerato “una pietra miliare nello sviluppo della medicina moderna”, dal comitato Nobel per lo sviluppo di un trattamento di fecondazione umana in vitro che ha permesso di trattare la sterilità che colpisce una gran parte di umanità, oltre il 10% delle coppie nel mondo.
Il processo sviluppato dal professor Edwards è quello di fecondare un ovulo in laboratorio e lasciare l’embrione a svilupparsi prima dell’impianto in utero della madre dove cresce normalmente un bambino.
Il premio: un diploma, una medaglia ed un assegno di 10 milioni di corone svedesi, circa 1 milione di euro verrà consegnato a Stoccolma e Oslo il 10 dicembre, nell’anniversario della morte di Alfred Nobel.

Vittoria Pirro

Vittoria Pirro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *