Body scanner – prime molestie sessuali


Londra. Primo caso di molestia sessuale legato dall’uso dei body-scanner negli aeroporti. Un dipendente dell’aeroporto di Heathrow ha ricevuto un avvertimento dalla polizia per aver fatto apprezzamenti “spinti” sul seno di una collega, passata per errore sotto uno dei dispositivi di sicurezza. I body scanner mettono a nudo i passeggeri, rivelando tutto quello che c’e sotto i vestiti, genitali compresi. L’incidente e’ accaduto al Terminal 5, il 10 marzo.
La vittima, Jo Margetson, 29 anni, ha detto al Sun di essere ancora traumatizzata: “Sono in uno stato tale che non vado al lavoro”. Gli scanner ‘full-body’ sono stati introdotti in molti aeroporti, anche italiani. (AGI)

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *