Rifiuti in Campania: condannata Italia

LUSSEMBURGO – L’Italia non dispone ancora di un adeguato sistema di smaltimento dei rifiuti nella Campania, la Corte di giustizia dell’Unione europea ricordando i pericoli potenziali per la salute e i danni per l’ambiente, ha condannato l’Italia.
Per la Corte la quantità di rifiuti ammucchiati sulla strada, nonostante l’aiuto di altre regioni dell’Italia e della Germania, ha mostrato un deficit strutturale degli impianti, a cui non si era rimediato, ed ancora, non può costituire causa di forza maggiore l’opposizione della popolazione, o le violazioni contrattuali, e neppure l’esistenza della criminalità, tali da giustificare la violazione degli obblighi ai sensi della direttiva (europea sui rifiuti) e la mancata capacità infrastrutturale.
La Commissione europea nel 2007 aveva presentato un ricorso contro l’Italia per il mancato adempimento degli obblighi di legge.
Dopo la sentenza emessa dalla Corte, la Commissione può imporre ancora una volta all’Italia sanzioni finanziarie.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *