Berlusconi: “Stop ai pollai in tv” – Vendola fuori dalle tribune politiche

“La decisione di fermare quelli che ormai sono “pollai televisivi” non è né “scandalosa” né “preoccupante” anche perché potrebbero essere sostituite da tribune politiche” è quanto afferma il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi riportato da “il Giornale.it”.
Lo stop ai programmi di approfondimento nell’ultimo mese di campagna elettorale è stato approvato dalla commissione di Vigilanza della Rai con il voto del centro destra e del relatore il radicale Marco Beltrandi, nonostante l’opposizione del Pd. Abominevole la decisione che i partiti che non hanno ottenuto il 4% alle europee non potranno partecipare alle tribune politiche, salvo nell’ultimo mese avranno “diritto di parola” tutti coloro che presenteranno liste per le Regionali, “così un Presidente di Regione come Vendola ( in teoria) non ha diritto a partecipare alle tribune politiche”.
A questo punto per salvaguardare una parvenza di “democrazia” possiamo unirci all’appello del presidente dei Verdi angelo Bonelli che sta continuando lo sciopero della fame: “Mi appello al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affinché non venga compiuto questo vero e proprio furto di democrazia”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *