PD: Grave sopruso contro sindacalista CGIL

“Non e’ accettabile che un sindacalista debba subire un’azione disciplinare per una sua apparizione in Tv, e il presidente del Consiglio deve archiviare ogni procedura nei confronti dell’esponente della
Cgil-Protezione civile Giovanni Ciancio”.
Lo chiedono un’interrogazione a Berlusconi i deputati del Pd (primo firmatario Vinicio Peluffo e sottoscritta fra gli altri da Gianclaudio Bressa e Giovanni Lolli ).


“In seguito alla partecipazione alla trasmissione televisiva ‘B&B: La premiata ditta’, in cui si e’ parlato della trasformazione della Protezione civile in una societa’ per azioni, trasmessa il 22 gennaio 2010 su Youdem- spiegano i deputati- sono stati avviati provvedimenti disciplinari e sanzionatori contro il sindacalista.

Nella nota disciplinare, firmata da Guido Bertolaso, si legge che il sindacalista avrebbe dovuto preventivamente informare il dirigente dell’ufficio della sua partecipazione all’evento”. Secondo il Pd “nel codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni pero’ non si parla della necessita’ di informare preventivamente della propria attivita’ sindacale. Riteniamo quindi-concludono i deputati- un grave sopruso i provvedimenti presi nei confronti di Ciancio e vogliamo
saperne i motivi reali dal presidente del Consiglio”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *