La Russia chiede alla Turchia di aderire al progetto South Stream

MOSCA. La Russia ha proposto alla Turchia di aderire al progetto South Stream.
Il vice premier russo Igor Sechin incontratosi con il Ministro dell’Energia turco Taner Yildiz spera che la Turchia prenda in considerazione la proposta.
Il gasdotto concepito per portare il gas dalla Russia verso l’Europa, prevede una conduttura per il trasporto del gas naturale ultimata per il 2015.
Il progetto South Stream è antagonista del progetto Nabucco, sostenuto dall’Unione Europea che diffida della sua crescente dipendenza energetica dalla Russia è concepito per portare il gas dall’Asia centrale attraverso il Mar Caspio verso l’Europa, bypassando la Russia.
L’accordo raggiunto da Società russa Gazprom e l’Azerbaigian in base al quale la Russia acquista enormi volumi di gas dal più grande giacimento di gas, Shah Deniz nel Mar Caspio, per rifornire il gasdotto South Stream, ha inferto un duro colpo per il progetto Nabucco.
Sechin inoltre ha anche discusso con Yildiz della riduzione del costo della costruzione di una centrale nucleare in Turchia. La Russia partecipa ad una gara d’appalto per la costruzione della prima centrale nucleare della Turchia. (RIA Novosti)

Anna Palmisano

Anna Palmisano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *