Libia: affondata una barca che trasportava 257 immigrati

Una barca che trasportava 257 immigrati clandestini diretti in Europa è affondato circa trenta miglia dalla costa libica, lo ha detto l’assistente del ministro degli Esteri egiziano per gli affari consolari, continuando dicendo che una ventina di persone, di cui sei egiziani, erano stati salvati dalla libici.
Secondo il diplomatico egiziano i soccorritori libici hanno recuperato i corpi di immigrati clandestini morti annegati, tra cui dieci Egiziani, senza specificare il numero totale dei dispersi.
Il ministro degli Interni italiano Roberto Maroni ha detto che l’immigrazione clandestina dalle coste libiche dovrebbero cessare il 15 maggio con l’entrata in vigore delle pattuglie italo-libico.
La stragrande maggioranza degli immigrati clandestini che arrivano in Italia via mare provengono della costa libica.
In base ad un accordo di amicizia tra Italia e Libia, firmato nel mese di agosto 2008, le autorità di Tripoli si sono impegnati a rafforzare la lotta contro l’immigrazione clandestina, in particolare attraverso pattugliamenti congiunti in mare

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *