Rifiuti, Malagrotta ad Allumiere? “Roma trovi la soluzione nel suo Ato”

INTERVISTA AD AUGUSTO BATTILOCCHIO, SINDACO DI ALLUMIERE – “Installare una discarica ad Allumiere come ipotizzato dall’Ama di Roma sarebbe una scelta del tutto scellerata”. E’ quanto afferma in un’intervista al nostro giornale Augusto Battilocchio, sindaco di Allumiere (Rm), riguardo all’ipotesi avanzata la scorsa settimana dall’amministratore delegato dell’Ama, Franco Panzironi, al sindaco di Roma, Giovanni Alemanno, di trasferire la discarica di Malagrotta o ad Allumiere o a Riano.

Signor sindaco il presidente della Regione Lazio Marrazzo alcuni giorni fa ha detto no al trasferimento della discarica di Malagrotta ad Allumiere e Riano. Soddisfatto?
“La presa di posizione Marrazzo ci lascia moderatamente soddisfatti. Certo, terremo alta la guardia ma il suo ‘no’ è abbastanza chiaro: Roma non può prevedere una gestione dei rifiuti fuori dal suo Ato di competenza. In questo modo, almeno qualcuno ha fatto sentire la sua voce a livello istituzionale. Anche perché, tutte le cose sulla discarica a noi ci rimbalzano a livello mediatico dalle cronache di Roma dei vari giornali, più o meno localistici”.
In qualità di sindaco, sull’argomento, lei non ha mai avuto contatti con l’Ama o con il Comune di Roma?
“Non c’è mai stato nessun contatto né con l’Ama né con l’altra istituzione”.
Infatti, lei da subito ha detto ‘no’ all’ipotesi avanzata dall’Ama…
“A scanso di equivoci, noi abbiamo detto no da subito”.
Perché l’Ama, secondo lei, ha indicato Allumiere come possibile sito alternativo a Malagrotta?
“Non lo so. So solo che l’Ama non può giuridicamente decidere di fare in casa d’altri ciò che non gli spetta territorialmente. Tutto il nostro territorio comunale, nel passato, ha già sofferto le servitù a livello energetico e quindi paventare una cosa simile, quando noi stiamo studiando, con Provincia e Regione, un progetto di tutela ambientale, perché la nostra zona è già ufficializzata, in base ad una normativa europea, come ‘zona a protezione speciale’, ci sembra assurdo. In più, all’interno della zona abbiamo la presenza di siti di importanza comunitaria”.
Per cui…
“Per cui installare una discarica qui sarebbe una scelta del tutto scellerata. Chi ha pensato sta bella ‘baggianata’ la riveda…”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *