Stupri, in arrivo la castrazione chimica

In arrivo la castrazione chimica per gli stupratori. A volerla è la Lega Nord, che sull’argomento ha presentato due emendamenti al Dl sulla sicurezza.

Se il violentatore la richiede potrà avere benefici carcerari e potrebbe diventare anche una misura alternativa al carcere. Il trattamento farmacologico non potrà durare comunque meno di due anni. Il giudice potrà decidere che il ‘trattamento farmacologico di blocco androgenico totale’ potra’ durare per l’intera condanna. E potrà essere disposta in caso di recidiva, o se c’è stata una violenza su minori, oppure come ‘cura’ in caso di programma di recupero psicoterapeutico.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *