Spring Break, “la festa di primavera” rovinata?


Spring Break, “la festa di primavera”, la tradizionale settimana di vacanza che hanno a disposizione gli studenti negli Stati Uniti ed in un certo numero di altri paesi (Canada, Giappone, Corea, Cina, Francia) si avvicina.

Normalmente in questo periodo gli studenti americani si recano in un luogo turistico, preferibilmente tropicale per una settimana di vacanza, caratterizzata per i tipici eccessi di uso di alcool e di sesso spinto.

Quest’anno il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso un avvertimento, dicendo: ” i cittadini americani sono invitati a prestare attenzione alla sicurezza ed ai problemi di sicurezza quando si visita la regione di confine. I criminali sono armati con una vasta gamma di armi sofisticate”.
Negli anni passati nelle città di confine, in Messico, si sentivano i frastuoni ed i rumori della gozzoviglia, ora il suono è diverso, sono gli spari delle armi che echeggiano lungo le strade cittadine a causa della guerra tra i cartelli della droga.
Il Dipartimento avverte circa un aumento di sequestri di persona e di violenza e le Università stanno esortando gli studenti a non andare in Messico, così mentre nel corso di un tipico Spring Break si spostano tra giovani e adulti oltre 100.000 americani, quest’anno potrebbe essere diverso.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *