Comitato misto Ebrei-Vaticano: “Aprire gli archivi su Pio XII”

Il Comitato Internazionale di collegamento cattolico-ebraico, riunito dal 9 al 13 novembre per la sua 20.ma conferenza a Budapest, ha espresso in un comunicato congiunto diffuso ieri sera ‘profondo rammarico per alcune polemiche e dichiarazioni intemperanti che sono state fatte sulla controversia concernente il ruolo di Papa Pio XII durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale’.


Il card. Walter Kasper e il rabbino David Rosen, co-presidenti del Comitato, hanno quindi ribadito il loro ‘impegno a favore di un rapporto basato sul rispetto reciproco e la sensibilita’. I disaccordi che inevitabilmente si verificano di volta in volta tra di noi, devono essere espressi in un modo che riflette questo spirito, e non in un linguaggio che aggrava solo la tensione’.
Il card. Kasper ha anche garantito che ‘le preoccupazioni della comunita’ ebraica sono state chiaramente riportate presso la Santa Sede al piu’ alto livello’. Nel comunicato si ricorda anche la richiesta, presentata 10 giorni fa a papa Benedetto XVI da parte del Comitato ebraico internazionale per le consultazioni Interreligiose (Ijcic) di mettere a disposizione degli accademici la visione degli archivi riguardanti le ‘decisioni prese dalla Santa Sede in materia di persone e politiche durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale’.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *