Gay, Lo Giudice: “Il Pd sanzioni la Binetti”

“Cosi’ come siamo certi che il Partito di cui facciamo parte non tollererebbe che suoi esponenti predicassero argomentazioni razziste o antisemite, allo stesso modo riteniamo che il Partito democratico non possa accettare che una sua nota e visibile rappresentante continui a predicare l’inferiorita’ morale e psichica di gay e lesbiche”.

Cosi’ si legge nel ricorso presentato oggi da Sergio Lo Giudice, componente dell’Assemblea nazionale del Pd, e dai suoi colleghi Matteo Cavalieri e Carlo Santacroce, alla Commissione nazionale di Garanzia del Partito democratico dopo le affermazioni di Paola Binetti (Pd) al Corriere della Sera il 31 ottobre 2008 e oggi sulla ‘Repubblica’. Ricorso nel quale si chiede espressamente che il comportamento della parlamentare teodem sia “sanzionato” nelle forme e nei modi previsti dall’articolo 40 dello Statuto.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *