Dal CdM ok alle misure antiwriters

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alle misure di contrasto al fenomeno dei writers. Uscendo da palazzo Chigi il ministro Matteoli, che si oppose a Napoli al provvedimento, ha affermato: “sono stati approvati i provvedimenti all’ordine del giorno”.
Le norme antiwriters – un inasprimento delle sanzioni per chi imbratta i muri – non sono nel decreto legge approvato oggi dal CdM. Lo rendono noto i ministri Prestigiacomo, La Russa e Ronchi.

Il ministro dell’Ambiente Prestigiacomo afferma che “le norme antiwriters verranno inserite con un emendamento parlamentare al decreto legge sicurezza in discussione in Parlamento”.
Il ministro della Difesa La Russa e’ piu’ morbido: “E’ soprattutto un problema culturale. Dobbiamo coinvolgere i giovani e convincerli a non imbrattare i muri. Altrimenti diventera’ una storia di guardie e ladri fra chi scrive e chi cancella”.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *