Gasparri: “Contro Annozero non si paghi il canone”

“Non pagare il canone, a questo punto, è un dovere democratico”. Lo afferma Maurizio Gasparri, presidente del gruppo al Senato del Pdl, protestando contro ‘Annozero’. “Mi rendo conto dell’importanza delle mie affermazioni – ha continuato – ma quanto è avvenuto non può rimanere senza sanzioni. A meno che il presidente della Rai, oggi stesso, non consenta al ragazzo che è stato allontanato dalla piazza di poter parlare in un analogo spazio, alla stessa ora, sulla stessa rete, con una decisione che cancelli la vergognosa condotta stalinista della Rai di Santoro”.

Gasparri interviene dopo aver ricevuto una delegazione di Azione Universitaria, guidata dal presidente nazionale Giovanni Donzelli che gli ha riferito come ‘durante la trasmissione ‘Annozero’, in occasione del collegamento in diretta da Bologna uno studente di destra, esponente del Consiglio Nazionale Studentesco, sia stato cacciato dalla piazza e gli sia stato impedito di esporre le proprie idee nel corso della trasmissione tv’.

Donzelli afferma quindi che ‘i rappresentanti di ‘Annozero’, trasmissione condotta da Santoro e Travaglio, hanno acconsentito a questo allontanamento che di fatto ha comportato un’inaccettabile censura’ e aggiunge: ‘ Abbiamo voluto incontrare il presidente Gasparri che ieri sera ha informato dell’accaduto il presidente della Rai, Petruccioli, anche per illustrargli la nostra iniziativa tesa a non pagare piu’ il canone della Rai, che impedisce liberta’ e democrazia’.

Quinews

Quinews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *